latte e biscotti a mezzanotte

Che freddo.. ma come si fa a trovare la voglia di alzarsi la mattina e uscire di casa?! Si sta troppo bene sotto le coperte al calduccio! ..in orario pomeridiano invece almeno io  riesco ad essere più temeraria. Oggi poi dovevo ad ogni costo partecipare ad una conferenza sull'industria italiana e a parte che quando mi sono seduta mi si sono iniziati a chiudere gli occhi dal sonno, una figuretta che non si può raccontare, dopo che già in quel posto raffinato ero dovuta andare nel bagno degli uomini perché in quello delle donne c'era una che non voleva saperne di venir fuori, all'uscita mi sono trovata nel bel mezzo di un vento gelido e per affrontarlo non ho trovato di meglio che farmi scaldare da una cioccolata calda con tanto di maritozzo alla panna, alla faccia della dieta. Ma ovviamente l'autobus non poteva arrivare subito.. Ho aspettato 1ORA e in quell'ora che inveivo contro il servizio di linea, i ritardi ecc ecc ho scoperto un'offertona di due cheeseburger al prezzo di uno e ho mangiato pure quelli!
Ecco perché latte e biscotti a mezzanotte mi è sembrata la degna conclusione.
 Ma non è della mia alimentazione scorretta e ipercalorica che voglio parlare, bensì di quello che mi è accaduto ieri di cui ancora non riesco a capacitarmi.
Vago nei dintorni della stazione cercando un negozio per comprarmi un cappellino di lana, quando vedo sdraiato per terra un non più giovane barbone dall'aria triste. Subito penso, se ho freddo io che comunque sono ben vestita, chissà lui! e poi sono anni che dico di volerli aiutare.. perché non provarci subito? Col cuore che mi batte forte vado in un bar e compro del tè caldo e un pacco di biscotti. Mi avvicino con discrezione e gli dico che è veramente troppo freddo e che il tè caldo è per lui. Lo prende e inizia a berlo, così tutta felice inizio a pensare:  "chissà come sarebbe contento se gli portassi anche un cappello e dei guanti!" e ricomincio il giro dei negozi, con l'idea che avrei speso i miei soldi per lui, rinunciando al mio cappello per qualcuno che ne aveva più bisogno. Torno a corsa col pensiero fisso che il freddo è pungente e quando sempre con tatto e discrezione gli porgo quegli oggetti a mio avviso indispensabili si rifiuta di accettarli! E mi tratta pure come una di quelle che magari passano e ti lasciano 10centesimi!
Gli lascio comunque tutto pensando che si sentisse a disagio ma che ne avrebbe comunque usufruito. Ripasso oggi senza farmi notare, trovo il barbone e veramente nessuna traccia dei miei guanti e del mio cappello! Non ci potevo credere.. ma mica mi aspettavo gli inchini fino a terra ma almeno un sorriso, un cenno di ringraziamento, non era elemosina, era una cosa pensata, un regalo!
E invece non li ha neanche provati, chissà chi li ha presi (secondo me il proprietario di un negozio che era lì presente durante l'accadimento).
Ho cercato di spiegarmela con la filosofia , con la psicologia e con la sociologia perché in fondo ho comunque solo speso dei soldi per lui, non ho cercato di conoscerlo, di parlarci, volevo mettermi la coscienza a posto perché non potevo accettare di non far niente per lui e ho fatto un gesto poco impegnativo..bo…però ci son rimasta male lo stesso!
Tra le altre cose giornatuccia in casa, ma non mi voglio lamentare eccessivamente di queste vicissitudini familiari sennò alla fine qualcuno mi rinfaccerà che è colpa mia se sto male perché non me ne vada di casa e non voglio sentirmi dire questo.
Buona notte

latte e biscotti a mezzanotteultima modifica: 2005-11-24T00:42:53+01:00da dolcevera80
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento